Home Page di SocialFin.it

Aprire conto corrente per protestati e patti chiari


Come aprire un conto corrente per protestati con iban italiano o estero anche per aziende e società protestate




Apertura di un conto corrente per protestati? Cercheremo di rispondere con ordine indicando anche le soluzione alternative valide sia per le persone ma anche per le società e/o per aziende. Allora, il modo più naturale, per tutti, sarebbe quello di provvedere alla cancellazione del protesto dal R.I.P. (Registro Informatico Protesti) regolarizzando, cioè saldando la cambiale o assegno che ha generato la levata del protesto. La regolarizzazione può avvenire: 1) entro 1 anno a decorrere dalla levata tramite una semplice istanza presso la c.c.i.a.a. competente la quale provvederà alla cancellazione entro venti giorni; 2) può avvenire altresì anche dopo che sia trascorso un anno, ma in questo caso la predetta procedura è più farraginosa perchè prevede il procedimento di riabilitazione il quale necessita dell'intervento del Presidente del locale Tribunale, dell'avvocato, di udienze, visure, etc. 3) aspettare cinque anni: infatti, dopo 5 anni dalla pubblicazione nel RIP, trascorsi i quali, il protesto decade in automatico, a prescindere se il titolo sia stato o meno pagato.

Come aprire un conto corrente per protestati: bisogna aspettare i 5 anni? Beh, nel 2021 è difficile vivere senza un c/c in particolare pensate ad una società protestata: per questa, di fatto, significa il blocco del suo business. Cosa fare allora? Dunque, quello che abbiamo detto trattando il conto corrente per segnalati crif vale ed a maggior ragione per le persone o addirittura per le aziende protestate: non esiste alcuna legislazione che, ab origine, preveda il rifiuto di aprire un conto corrente a protestati. Tuttavia, buona parte di banche e finanziarie continuano ad opporre un secco diniego in capo a chi abbia subito il protesto e poco importa se ad essere chiesta è l'apertura di un conto corrente aziendale o di un persona fisica. Per l'ultima volta: si puo aprire un conto corrente se protestati? Non vorremmo essere ripetitivi, ma il quesito è stato riproposto ancora per introdurre un argomento inverosimile e che spesso è proposto tramite recensioni all'interno di forum "specializzati". Ci riferiamo a Patti Chiari: cos'è e cosa prevede. Scopriamolo...

Conto corrente per protestati & patti chiari: è vero che permette di aprire conti correnti per protestati? Allora, Patti Chiari nacque da un consorzio di banche aderenti con l'obiettivo, per quel che ci riguarda, di mettere a confronto tutti i C/C delle medesime banche consorziate al fine di scegliere il conto migliore e/o più economico, ad iniziare dal conto base. Ed proprio di quest'ultimo che vogliamo parlarvi: siamo sicuri che ci sia un conto corrente base per protestati di patti chiari? L'unica traccia di questo fantomatico conto base che abbiamo trovato è presente in alcuni forum dove utenti qualunque fanno delle recensioni senza tuttavia citare fonti autorevoli. Noi, invece, abbiamo controllato sia tra le più grosse banche aderenti che direttamente sul sito Patti Chiari con il seguente risultato: purtroppo non c'è nulla che lasci intendere un'apertura di un conto corrente di base per protestati da parte delle banche aderenti a Patti Chiari... Diffidate da chi riporta diversamente!
A questo punto, vale il principio secondo il quale ogni banca sarà libera di aprire o NON un c/c al protestato e ciò vale anche per un conto corrente postale e non solo bancario. Vediamo ora i rimedi alternativi soprattutto per le aziende e società.

Conto corrente per protestati con iban italiano o estero: le alternative. Se alla fine avete provato ma nessun istituto di credito è stato dispoto ad aprirvi il c/c, non rimane che percorrere una via alternativa. Quella che proponiamo e verosimile al conto corrente: si tratta delle carte conto per protestati, cosa ben differente da quelle prepagate. Trattasi di un misto tra una carta ed un c/c (da qui il nome di carta conto) in quanto se è vero che non permettono il carnet di assegni nè un fido, hanno però un iban come un qualunque conto corrente. Come questo, consentono di domiciliare bollette e spese ricorrenti, fare bonifici ed in genere procedere a qualsiasi pagamento che è possibile fare con un c/c. Ma la funzione più utile l'abbiamo per le aziende protestate e per le società in genere: il Pos. Quest'ultimo, permette la continuazione del proprio business anche ad una società protestata, la quale, tramite il pos, potrà ricevere pagamenti da parte dei propri utenti e clienti direttamente sulla sulla carta. Il dubbio: conto corrente estero per protestati o con iban italiano? Dipende! Se guardiamo alle funzioni, non c'è differenza: o con l'iban italiano od con l'iban estero è lo stesso! La distinzione tra i due tipi di conto è la seguente: quello estero è più difficoltoso da rintracciare e pignorare. NB: abbiamo scritto "difficoltoso", NON impossibile: NON esistono, nell'area euro, conti carte e/o correnti anonimi... Di solito, prodotti del genere sono attivabili online e provengono da ltd di diritto inglese uk o maltese, anche se di recente vi sono pure quelle bulgare, della Lettonia o della Repubblica Ceca. E' tutto! Correlate: prestiti per protestati





Conto corrente protestati online