Home Page di SocialFin.it


Finanziamenti a nullatenenti e prestiti per nullatenenti


Come erogare un finanziamento o prestito per un nullatenente




Finanziamenti a nullatenenti. Concetto giuridico e pratico di nullatenente. La definizione di nullatenente ha più che altro significato pratico e teorico: tutti sappiamo che nullatenente è colui il quale non ha nulla e non avendo nulla (scusate il gioco di parole) non ha nulla da perdere, da un punto di vista patrimoniale, si intende! Se questa è la definizione pratica e teorica, più complessa e variegata è quella giuridica: non esiste formalmente una legge, univoca, che descriva la situazione del nullatenente ma piuttosto esistono una serie di parametri utilizzati in campo fiscale ed economico, tra i quali i più importanti sono: non essere proprietari di beni immobili o mobili registrati (auto, moto, ecc,.), non avere un conto corrente o alcun tipo di rapporto con una banca, non avere alcun tipo di reddito. Dallo "status" di nullatenente possiamo trarre alcune conclusioni in merito a precedenti debiti non pagati ed alla relativa procedura di recupero crediti effettuata contro il nullatenente.

Debitori nullatenenti e sorte dei loro debiti: dobbiamo distingue tre diverse ipotesi: 1) finanziamento non pagato da un nullatenente: Non ha conseguenze alcune in quanto non possono aggredire nessun bene; 2) Nullatenente & pignoramento: Idem, non possono pignorare ciò che non hai, mentre per beni di poco valore (arredi ed elettrodomestici) neanche ci provano perchè il gioco non vale la candela, cioè le spese di pignoramento supererebbero quelle del bene.
3) Nullatenente ed ex Equitalia (ora Agenzia delle Entrate Riscossione): in questo caso bisogna distingue l'aspetto patrimoniane da quello personale: nel primo caso (patrimonio) anche il fisco o la ex Equitalia non può fare nulla in quanto non possono aggredire quello che non hai; mentre nel secondo caso (aspetto personale) se il mancato pagamento di tasse, imposte e contributi vari supera una certa soglia a livello annuale e per singola imposta, si va incontro ad un reato penale. La predetta soglia, che in questi anni è cambiata, è di 50mila euro in caso di omissine totale al corrente 2018. Veniamo ora ai finanziamenti a nullatenenti.

Prestiti per nullatenenti: come finanziare un nullatenente? Abbiamo alcuni sistemi che permottono anche ad un nullatenente di avere accesso al credito. Vediamoli in breve: A) un terzo garante. Sembrerà superfluo ma lo dobbiamo scrivere: ebbene, anche un nullatenente può ottenere un prestito se trova qualcuno che garantisca per lui! B) un credito su pegno: può succedere che la persona sia convinta di non avere proprio nulla, mentre in realtà ha qualcosa che oggi la maggior parte delle banche accetta in garanzia... Parliamo di dare in pegno eventuali beni preziosi, come ad esempio gioielli in oro, e comunque qualsiasi cosa che la banca valuti economicamente. C) prestiti a nullatenenti disoccupati senza garanzie: questa soluzione è diretta a tutti coloro i quali vogliono mettersi in proprio al fine di iniziare una nuova attività. Più informazioni su prestiti a disoccupati; D) nullatenenti con un lavoro in nero: può succerede che il soggetto svolga qualche lavoretto più o meno stabile ma in nero. In questo caso, consigliamo di consultare l'articolo presente presso prestiti a persone senza reddito dimostrabile e documentabile





Finanziamenti per nullatenenti