Home Page di SocialFin.it


Software di calcolo consolidamento debiti online


Calcolo online della rata unica di un mutuo o prestito per consolidamento debiti derivanti da precedenti prestiti e finanziamenti vari



Come si calcola il consolidamento dei debiti online?
Questa pagina ospita un software appositamente programmato per calcolare qualunque tipo di consolidamento debiti derivanti da finanziamenti e prestiti di varia natura. Mentre, per avere informazioni generali sull'istituto de quo (definizione, come funziona, quando conviene, etc.) rimandiamo su consolidamento debiti online dove è presente comunque un link che permette di ritornare in questa pagina.
Ritornando al calcolo rata per consolidamento debiti presente in questa sede, diciamo che è importante conoscere le istruzioni di calcolo che seguono al fine di poter calcolare quella singola ed unica rata che ci permette di risparmiare (o respirare!) realmente, oltre una serie di consigli di natura strategica su come consolidare il debito (mutuo o prestito?). Allora, il modulo si compone di 3 diverse sezioni (A, B e C) di cui, le prime 2 sono obbligatorie, mentre la nr. 3 andrà compilata solo ove necessario. Vediamo di cosa si tratta separatamente.
A) Tipo e numero di rate e debiti vari che si vuole consolidare:
E' possibile consolidare qualunque tipo di finanziamento, prestito (personale che finalizzato), mutuo (sia fondiario casa che liquidità), carte revolving (rate di carte di credito), leasing ecc. ecc. Se dovete consolidare un debito non presente nel menu a tendina indicatelo sotto la voce "Altre Rate". Parimenti, se dovete consolidare più di 5 rate, raggruppare, cioè sommare la sesta, settima... rata alla quinta.
Fate lo stesso per calcolare l'eventuale liquidità aggiuntiva.


Attenzione! Fondamentale è il dato relativo al debito residuo (o capitale residuo) in quanto rappresenta il debito reale che dovrà essere estinto e quindi consolidato in una singola ed unica rata. Questo dato, di solito, è visionabile sulla ricevuta dell'ultima rata regolarmente pagata, mentre in caso di ritardo solo l'istituto creditore (banca o finanziaria) saprà conteggiarvi l'importo esatto del debito residuo. Comunque, se avete conoscenza dell'ultima rata sarà possibile procedere ad un conteggio tramite il nostro calcolo debito o capitale residuo. Infine, indicare l'importo mensile di ogni singola rata che si vuole unificare a mezzo consolidamento rate mensili.
Se indicate la liquidità aggiuntiva lasciate lo "zero" nel modulo.
B) Dati del nuovo finanziamento con unica rata mensile:
Trattasi di indicare il tasso t.a.n. al quale verrà concesso il nuovo finanziamento per consolidamento. E' superfluo dire che più basso è il t.a.n., minori saranno gli interessi passivi da pagare! Segue, poi, quello che è il vero cuore del consolidamento: gli anni di ammortamento o rimborso. Questi, rappresentano il dato più importante di tutta l'operazione di rifinanziamento secondo il seguente principio: più insostenibile diventa il pagamento delle vecchie rate, maggiore sarà il periodo di rimborso. Così, a fronte di rate che superano il 50%, 60% o 70% delle nostre entrate, si ha la necessità a rifinanziarsi, rispettivamente, con un consolidamento debiti di 15 anni o 180 rate o mesi, 20 anni o 240 mesi ovvero 30 anni od oltre. Consideriamo che, al fine di alleggerire la singola rata rispetto a quelle precedenti, come minimo dobbiamo fare un consolidamento debiti di 120 mesi o rate quindi 10 anni.

C) Dati eventuali: costi, spese ed oneri vari di consolidamento:
Questi comprendono eventuali, commissioni di estinzione anticipata, interessi di mora da ritardato pagamento, bolli, assicurazione etc. etc.
Perchè eventuali? Perchè alcune banche o finanziarie o mediatori li chiedono espressamente rappresentandole o come costi quantificati (per es. 500 euro) o come percentuale sul totale da erogare (per es. l'1%), altre, invece, li inglobano nel consolidamento e quindi diventano parte integrante di tutta l'operazione di rifinanziamento. In quest'ultimo caso lasciate stare lo 0 (zero).
Risultati di calcolo: il modulo calcolerà 3 diversi risultati. Il primo, indica la nuova rata mensile singola ed unica che sostituirà le precedenti; il secondo, il risparmio mensile rispetto alla somma di tutte le vecchie rate: se questo risultato è negativo, per esempio -153 euro, vuol dire che quel tipo di consolidamento non conviene. Provate ad allungare il periodo di rimborso o ad abbasssare il tan; il terzo, è un risultato eventuale: si ha nel caso in cui le spese di consolidamento siano state inglobate ed indica i mesi entro i quali verrano ammortizzati.


Calcolo della rata di un mutuo o prestito per consolidamento debiti?
In sostanza, per consolidare il debito conviene un prestito o un mutuo?
Risposta: dipende! Da cosa? Da un misto tra sostenibilità o meno delle rate ed ammontare totale da consolidare! Allora, la in-sostenibilità delle rate, senza dubbio, ci farà propendere, come abbiamo già detto, per rimborsi di lungo periodo cioè di 20 - 30 anni ma pure fino a 40 anni. Trattasi dell'unico sistema che ci permette di alleggerire il costo mensile e quindi di riportare il pagamento della rata entro parametri di sostenibilità. In casi del genere il calcolo mutuo per consolidamento debiti è l'unica via percorribile perchè, ad oggi, non esiste un prestito per consolidamento debiti che va oltre i 10 - 15 anni! E qui entra in "gioco" l'ammontare da consolidare: daremo un pò di numeri per dare un'idea del ruolo della cifra rispetto alla scelta da fare. A prescindere dalla sostenibilità o meno delle vecchie rate, per somme fino a 20000 - 30000 - 35000 euro va bene consolidare con un prestito. Oltre queste somme, parliamo di 40000 - 45000 euro, conviene ancora consolidarlo con un prestito ma a condizione di rimborsarlo in almeno 10 anni. Salendo ancora, cioè fino a 50000 euro o anche oltre 50000 euro quindi 60000 o 70000 euro il prestito per consolidamento inizierà ad essere poco conveniente almeno che non alziamo il rimborso fino a 15 anni, ma sono in pochi a farlo: la maggior parte delle banche e finanziarie arriva a 10 anni. Tuttavia è sempre possibile farlo in quanto, per legge, anche un prestito per consolidamento può arrivare fino a 70000 - 75000 mila euro, non oltre. Per somme superiori a queste, quindi per 80.000 euro e fino a 100mila euro diventa obbligatorio il mutuo per consolidamento il quale, trattandosi di ben 100.000 euro, è comunque più conveniente rispetto al prestito. A maggior ragione, per consolidare debiti da 100 mila euro in su sarà obbligatorio oltre che conveniente procedere al calcolo rata mutuo per consolidamento debiti e, qualora sia possibile, consolidarlo con il 100% del valore dell'immobile.

Questo tool sul Vs. blog o sito? Su tool calcolo consolidamento debiti gratis

Software di calcolo rata mutuo o prestito per consolidamento debiti online

A) Dati delle Rate & Debiti Vari da Consolidare in una Sola Rata:

Numero delle Rate:    Debito Residuo:    Rata Mensile:

                 

                 

                 

                 

                 

B) Dati del Nuovo Finanziamento con Unica Rata Mensile:

Tasso TAN del Nuovo Finanziamento:       %

Nuovo Periodo del Rimborso in Anni:        

C) Eventuali Costi ed Oneri del Consolidamento:

in euro o in percentuale?       

Specifica Eventuali Costi in € o in %:         

Unire i Costi Dentro il Consolidamento?     

Risultati di calcolo del Vs. Consolidamento:

Nuova Rata Mensile Unica:                    

Risparmio Mensile Su Ogni Rata:          

Ammortamento Di Eventuali Costi in     Mesi




Calcola consolidamento debito