Home Page di SocialFin.it


Prestiti a tasso negativo o prestito ad interesse negativo


Finanziamenti e prestiti personali a interesse negativo ovvero prestito a tasso di interessi negativo: è vero come funziona e perchè?




Tasso di interesse negativo: significato. Iniziamo con questo: non staremo ad impartire una lezione di economia ma ci limiteremo a spiegare il significato di tasso di interesse negativo limitatamente al settore dei finanziamenti diretti a Noi Consumatori. Dunque, che significa? Crediamo che un esempio valga più di tante parole: pensate di ottenere un finanziamento di mille euro al -1% (da notate il simbolo della sottrazione prima del numero 1...): quanto andremo a restituire? Restituiremo 990 euro! Meno di quello che ci hanno prestato... Questo, in sostanza, è il prestito ad interesse negativo. Vi starete chiedendo "ma com'è possibile una cosa del genere?" La perplessità è legittima in quanto il concetto di prestito a tasso negativo va oltre quello di basso tasso di interesse o, addirittura, del tasso zero: siamo sotto zero (brrr... che freddo!). Allora, è vero, e se è sì come funziona e, soprattutto, perchè propongono forme di credito del genere? Ci arriviamo... In Italia, i prestiti personali a interesse negativo sono "sbarcati" nello scorso 2018, tuttavia non siamo noi i precursori: prima di noi, li hanno erogati in Giappone, Svizzera e Germania. Da noi, sono stati sperimentati per la prima volta da una piattaforma di social lending (Younited Credit) tramite un famoso comparatore (Facile.it). Vediamo come funziona.

Prestiti a tasso negativo? Si! Ma non per sempre! Le offerte di prestiti a interesse negativo hanno una dinamica unica, costante anche in Italia che, praticamente, segue quella dei su citati paesi: vengono erogati con alcuni limiti e condizioni. Vediamo quali. Finanziamento a tasso negativo: è sempre 1) o limitato nel periodo: per es. per un tot giorni cioè dal ... al; 2) o limitato nel numero dei richiedenti: per es. ai primi tot richiedenti; 3) riguarda sempre un piccolo prestito (intorno a 1000 euro); 4) ha brevissimi periodi di pagamento: da 12 a 24 rate mensili. Così funzionano i prestiti a interesse negativo... E non potrebbe non essere così: ricordiamo che chi eroga il capitale non è un ente no profit, anzi, tutt'altro! Riportimo l'esempio della Younited Credit & Facile.it: hanno iniziato ad erogarlo il 22 ottobre del 2018, al tasso del -1% per 1000 euro in 24 rate (2 anni) ma solo ai primi 200 richiedenti...
Durante questo 2019, l'esperimento è stato ripetuto: sempre per 1000 euro ma in 12 rate e ad un tasso negativo ancora più basso: -1,5%. Non solo. Il prestito ad interesse negativo, questa volta, poteva essere richiesto dal 18/02 al 31/03 2019, ma non sappiamo se aveva dei limiti di richiedenti al giorno. Comunque sia, dovrebbero aumentare l'importo, per alcuni motivi espressi appresso...

Aggiornamento di Aprile 2019:? Da 10 al 30 del predetto mese ed anno, propongono un'offerta nota come Promo Taeg 0,01%. Praticamente un prestito senza interessi (cfr. prestiti senza interessi). La dinamica è tuttavia sempre quella del prestito a tasso negativo: propongono 1000 euro da pagare in 12 mesi.
Arriviamo al dunque: perchè vengono proposti prestiti personali a interesse negativo proprio di 1000 euro e non oltre la predetta somma? In molti siti leggerete che ciò è possibile grazie ad operazioni di Tltro, acronimo di Targeted Longer Term Refinancing Operations, ma non c'entra niente la Tltro: quest'ultima è un'operazione attraverso la quale la Bce, anche a mezzo di tassi negativi, finanzia le banche dell'eurozona le quali, "dovrebbero" (il condizionale è obbligatorio) erogare finanziamenti a famiglie e piccole medie imprese. Tutto ciò non ha nulla a che vedere con la Younited Credit: questa, è una piattaforma di social lending (prestiti tra privati) quindi non riceve denaro dalla Bce ma solo dai suoi finanziatori i quali, tutti, vogliono guadagnare (ed è giusto che sia così)... Ma allora perchè non supera i 1000 euro? La ratio è di ordine strategico-statistico. Vediamola insieme...

Il vero motivo dei prestiti personali a interesse negativo. Come riportato nel loro sito, dal prestito a tasso negativo sono esclusi chi non può dimostrare il reddito ed i cattivi pagatori. Va bene! Anzi va male... Pensate che i predetti soggetti, attraverso garanzie o per es. la cessione del quinto potrebbero ottenere molto più di mille euro. Ma sapete perchè sono esclusi? Sono esclusi perchè sono quelli che, statisticamente parlando, sono alla ricerca proprio di piccoli prestiti fino a 1000 euro. Che significa? Vuol dire che, chi non ha problemi di reddito e/o di segnalazione non gliene frega più di tanto di ottenere 1000 euro a tasso negativo, talchè tutto il sistema è stato ideato come una bellissima tecnica pubblicitaria per attirare il massimo di richiedenti. Infatti, provate a chiedere 1 euro in più, quindi un finanziamento di 1001 euro: come indicato nel loro sito, in base al merito creditizio, applicano un taeg fino al 16% laddove in questo periodo (2019) le principali banche e finanziarie italiane arrivano al 7-8%...
In definitiva il prestito con interesse negativo così come ideato NON apporta alcun beneficio alla collettività, all'economia in generale, fermo restando che quei pochi che lo sottoscrivono su Younited Credit avranno sì un prestito a tasso negativo ma sempre di 1000 euro = un risparmio di 35-40 euro in un anno... Fantastico!!!
Correlate: piccoli prestiti personali da 500 euro





Prestito con interesse negativo