Home Page di SocialFin.it

Prestito con pensione minima di 500 euro nel 2021


Finanziamenti ai pensionati con 500 euro e prestiti per pensionati con pensione minima con cessione del quinto: si può fare?



Prestito con pensione minima di 500 euro: come fare per avere un prestito con pensione minima? Oppure, un titolare di pensione integrata al trattamento minimo può cedere il quinto di questa? O, in qualsiasi caso, quali sarebbero i prestiti per pensioni minime richiedibili da questa categoria di pensionati? Per rispondere a tutte le predette domande è importante farne una, dalla quale, poi, dipendono tutti i vari prestiti per pensionati con pensione minima e cioè: a quanto ammonta il trattamento minimo nel corso dell'attuale 2021? Ebbene, la pensione minima nel corso del 2021 ammonta a 515,58 euro mensili. Al di sotto della predetta somma spetta l'integrazione ma solo a favore di chi abbia determinati requisiti di reddito, familiari e patrimoniali dei quali non staremo a parlare: non è questa la sede per farlo. Appurato quale sia l'importo del trattamento minimo, vediamo come finanziarlo...

Prestiti inps pensione minima: a cosa ci riferiamo? L'ultima frase, evidenziata in grassetto, si riferisce al tipo di finanziamento erogato per antonomasia a favore di un pensionato: la cessione del quinto! Talchè, chiedersi se posso ottenere un prestito inps con pensione minima di 500 euro equivale a domandarsi: posso cedere il quinto della mia pensione qualora sia sotto al minimo? La risposta, sfortunatamente, è negativa! I titolari di pensione minima che prendono esattamente 515 euro, puliti, netti (quindi neanche 500 euro), NON possono cedere il quinto in quanto la cessione "intaccherebbe", cioè farebbe scendere questo trattamento pensionistico sotto il predetto ammontare, sotto il minimo. La regola, per legge, stabilisce che al pensionato che cede una quota devono rimanere (nel 2021) almeno 515 euro mensili tali da permettergli di vivere una vita dignitosa (pagare bollette, cibo, vestiti, ecc.), non meno... Faremo quello che potremmo definire un esempio, ma tale non è: è realtà! Pensate a delle pensioni di 550 euro nette mensili: queste, possono cedere non più di 35 euro in quanto con una trattenuta di 35 euro non scendono al di sotto delle 515 euro (550 - 35 = 515). Certo, perchè la regola del quinto è quella che non si può cedere oltre il quinto ma sotto sì... Volete maggiori delucidazioni sulla determinazione del netto mensile? Andate su calcolo cessione del quinto di pensione e stipendio. Assodato che una pensione minima netta di 515 euro non è idonea per attuare una cessione del quinto, vediamo alcune soluzioni che permettono di erogare un qualche prestito per pensionati con pensione minima nel 2021.

Prestito personale con pensione minima: rappresenta la soluzione più logica da provare anche se non la più semplice. Non tutti, ma buona parte degli istituti di credito (banche, finanziarie e Poste Italiane tramite il loro prodotto BancoPosta), di fronte ad una pensione di circa 500 euro potrebbero chiedere delle garanzie collaterali. In questo caso, la parola d'ordine sarà quella del garante con pensione minima: solo questo, ove richiesto, potrà assicurare l'erogazione del finanziamento tramite prestito personale. In mancanza del garante segue la garanzia per mezzo di un immobile, anche altrui, sul quale accendere un mutuo ipotecario: ma anche in questo caso, potrebbero chiedere il terzo garante. Infine, come forma (quasi) estrema di accesso al credito, un pensionato con pensione minima, se proprietario della casa d'abitazione, potrebbe "giocarsi" la carta del prestito vitalizio sul quale, se interessati, troverete ulteriori dettagli su calcolo prestito vitalizio ipotecario. Quelli appena descritti, sono tutti i sistemi per finanziare i pensionati titolari di pensioni minime. Correlate: prestito con pensione di reversibilità & finanziamento con pensione di invalidità





Prestito con pensione di 500 euro