Home Page di SocialFin.it

Differenza tra mutuo e prestito o finanziamento


Qual'è la differenza tra un mutuo (prima casa) e un prestito (personale o finalizzato) od un finanziamento in genere a livello sociale?



Qual'è la più importante forma di finanza sociale in Italia?
Risposta: il mutuo prima casa o fondiario! Vediamo perchè.
L'istituto finanziario che più di altri soddisfa i requisiti della finanza sociale in Italia (già trattati in definizione di finanza sociale) è senza dubbio il mutuo prima casa! Quest'ultimo, noto pure col nome di mutuo fondiario, non è riferibile ad un mutuo qualsiasi (mutuo seconda casa, mutuo liquidità, etc.) ma a quello destinato all'acquisto della prima abitazione, e solo a questa. Inoltre, i benefici di questo tipo di mutuo si estendono anche al mutuo per costruire e per ristrutturare sempre una prima casa. Ora la differenza tra un mutuo ed un finanziamento ma, soprattutto la differenza tra un mutuo fondiario ed un prestito personale o finalizzato.

Differenza tra mutuo e finanziamento. La distinzione de qua è riferita al mutuo in generale, senza quindi distinguere la finalità dello stesso (se prima abitazione o meno). La differenza tra mutuo e finanziamento è semplicissima: è quella che intercorre tra specie (mutuo) e genere (finanziamento). Per inciso, il Finanziamento è la Madre di qualsiasi forma di Credito, mentre il Mutuo è una specie di Finanziamento coesistente con altre (per es. leasing, prestiti, carte revolving, vitalizi ipotecari, ecc.). In definitiva, la differenza tra finanziamento e mutui (anche fondiari) è quella tra Genus (Finanziamento) e Species (Mutuo) laddove con il sostantivo Finanziamento è da intendersi qualsiasi forma di credito, nessuna esclusa. Passiamo ora alla distinzione più importante, quella, per intenderci, dalla quale si evince l'aspetto sociale del mutuo prima casa rispetto all'aspetto consumistico del prestito personale (o finalizzato) ovvero alla differenza tra un mutuo ed un prestito.

Differenza tra prestito e mutuo:
L'aspetto sociale del mutuo per acquisto della prima abitazione.
Indicheremo i tratti più salienti attraverso i quali si realizza la più importante (statisticamente parlando) forma di finanza sociale: il mutuo prima casa:
1) Detrazione degli interessi passivi ed altri sgravi fiscali: solo l'acquisto della prima casa finanziata attraverso un mutuo fondiario da diritto alla detrazione degli interessi passivi dalle tasse inclusi i costi connessi con l'acquisto nonchè un'imposta dello 0,25 rispetto al 2% di altre tipologie di mutuo;
2) Tassi d'interessi più bassi in assoluto: il mutuo per l'acquisto della prima abitazione ha i tassi d'interessi più bassi rispetto a qualsiasi altra forma di finanziamento: l'acquisto di una seconda casa o di un mutuo liquidità prevedo già dei tassi più alti;
3) Estinzione anticipata senza alcuna penale: è dal 2007 (decr. Bersani) la previsione secondo la quale l'estinzione anticipata di un mutuo prima casa non comporta alcuna penale nota, appunto, come di estinzione anticipata.
Le agevolazioni appena indicate sono quindi un'esclusiva del mutuo prima casa e solo di questo a riprova della funzione sociale che questo ha nella società italiana. Passiamo al prestito (sia personale che finalizzato) che, a differenza del mutuo prima abitazione, non gode, come vedremo, delle predette agevolazioni.

Prestiti personali & finalizzati: differenza dai mutui:
Sul fronte opposto troviamo i finanziamenti personali (anche finalizzati) i quali infatti non prevedono alcun beneficio a differenza dei mutui delineati sopra. La ratio ovvero la differenza di trattamento dei primi rispetto ai secondi è dovuta alla diversa finalità sociale: mentre il mutuo prima casa è finalizzato ad un bene primario (l'abitazione principale) il prestito personale anche finalizzato ha una finalità prettamente (anche se non esclusivamente) consumistica, cioè legata prevalentemente al fenomeno del consumismo occidentale il che comporta:
1) Non detraibilità degli interessi passivi dei prestiti: stante, appunto, la natura voluttaria dei prestiti personali non è possibile "scaricare" gli interssi dalle tasse;
2) Tassi di interesse più elevati in assoluto: a conferma della natura non strettamente necessaria dei prestiti personali, sono previsti tassi di molto superiori rispetto a quelli dei mutui fondiari (in media del +7,5%), ed in particolar modo nel credito revolvig (carte di credito revolving) che è mediamente superiore del 14% rispetto al 2% dei mutui, come da dati di inizio 2021 (cfr. tassi usura aggiornati 2021);
3) Tempi di rimborso brevi: i prestiti finalizzati possono arrivare a 10 anni mentre quelli personali al massimo 15 anni, mentre per la maggior parte dei mutui fondiari prima casa sono previsti periodi di ammortamente fino a 40 anni, addirittura, alcuni istituti prevedono rimborsi fino a 50 anni! Vedi, per es. mutuo con durata a 50 anni.
Dalle predette differenze tra mutui e prestiti si evince la funzione squisitamente sociale che ha un Finanziamento-Mutuo Prima Casa rispetto al Finanziamento-Prestito Personale e/o Finalizzato e come la scelte di politica socio-economica dell'una o dell'altra incida sui cittadini, i quali avranno il massimo aiuto se intentono acquistare un bene essenziale come l'abitazione principale. Chiudiamo tutto il discorso indicandovi una figura ibrida di finanziamento, metà mutuo, metà prestito, approfondibile, se volete, su mutuo e/o prestito ipotecario per liquidità





Che differenza c'è tra mutuo e prestito?