Home Page di SocialFin.it


Social lending per cattivi pagatori


Social lending senza crif: è possibile o avviene questo tipo di verifica?




Social lending per cattivi pagatori: esiste una piattaforma di P2P lending che finanzi dei cattivi pagatori? Oppure, ma che è lo stesso, c'è un social lending senza crif laddove intendiamo l'esistenza di qualcuno di questi intermediari (noti come Marketplace) che non si avvalga dell'interrogazione di una centrale rischi?
Beh, se siete approdati in questa pagina è perchè siete alla ricerca di alcuni social lending per cattivi pagatori, talchè presumiamo che sappiate cosa sia il Social Lending ovvero quella piattaforma presso la quale alcuni privati prestano soldi ad altri privati bypassando il ruolo che istituzionalmente è prerogativa di banche e finanziarie. Tuttavia, quello che non molti sanno è che anche una società di Social Lending si comporta esattamente come una banca, anzi peggio! Vediamo perchè...

Social lending per cattivi pagatori: in definitiva finanziano un soggetto che ha avuto problemi di pagamento a causa dei quali è stato iscritto in qualche centrale rischi (non solo crif)? Assolutamente no! Una piattaforma di Social Lending non eroga prestiti per cattivi pagatori! Ma perchè sono peggio delle banche? Dunque, come gli istituti, anche queste piattaforme, prima di erogare un finanziamento, fanno un'interrogazione (visura creditizia) presso una o più banca dati. E fin qui è la stessa attività posta in essere da una banca o finanziaria. Tuttavia, sono peggio di queste, perchè ad oggi (2020) non offrono delle soluzioni alternative che invece una banca ovvero una finanziaria può offrire. Pensate che una piattaforma Peer To Peer Lending NON accetta neanche la più primordiale delle garanzie: un terzo garante! Cosa possiamo fare? Beh, parlando di alternative, è proprio a queste che ci riferiremo appresso.

Social lending per cattivi pagatori: quali sono le opzioni? Allora, fermo restando che potete comunque rivolgervi a queste piattaforme malgrado quanto predetto, sappiate che in caso di rifiuto, questo verrà segnalato per 90 (novanta) giorni al crif, durante i quali sarà vietato riproporre una nuova richiesta di finanziamento. Dunque, una prima opzione l'abbiamo già citata (il garante). Poi, magari non tutti lo sanno, ma un cattivo pagatore (dipendente) può attuare una cessione del proprio stipendio. Se non può cedere, perchè ad es. è un autonomo, vi sono delle opzioni di credito più estreme. Anzitutto, un prestito cambiario per il quale rinviamo su prestiti cambializzati e finanziarie che li fanno nel 2020. Dopo, chi ha la possibilità di immobilizzare dei beni mobili, potrà finanziarsi attraverso un prestito garantito da pegno. Mentre se avete un immobile (anche altrui), è possibile fare un prestito mutuo ipotecario per liquidità. Infine, chi ha una casa (solo uso abitativo) ed almeno 60 anni di età può sottoscrivere un prestito vitalizio ipotecario... Ecco che abbiamo dato una serie di soluzioni che una pattaforma di Social Lending neanche si sogna di darvi!
Chiudiamo con l'indicarvi una fonte dove invece reperire delle informazioni generali su questo problema, ovvero sui prestiti per segnalati banche dati & centrali rischi.
Correlate: consolidamento debiti per cattivi pagatori





Social lending senza crif?